Chi siamo

Il patrimonio architettonico rurale, costituisce parte essenziale della propria identità culturale. La conservazione e la valorizzazione di questo patrimonio, vera e propria memoria del passato, richiede che esso venga tramandato alle generazioni future attraverso la salvaguardia delle strutture  e dell’arte della pietra a secco.

Visitare il territorio di origine e scoprirne il suo patrimonio equivale a viaggiare lungo il percorso del tempo e rispolverare l’eredità dei padri, che l’hanno voluta a noi affidare, fiduciosi del nostro apprezzamento e della nostra capacità a custodirla. Passeggiare per i tratturi e osservare il reticolo dei muretti a secco, dà l’idea di essere stati disegnati dalla mano sapiente di Dio, infondendo sentimenti di profonda emozione. Spazi ombrosi e selvaggi, speroni di rocce emergenti e affioranti, tratturi impenetrabili, occupati da efflorescenze esuberanti e un tempo utilizzati per la transumanza pastorale, macchie mediterranee, vitalizzante da mandrie di buoi e cavalli, zone boscose di fragni e lecci, sono una vetrina unica del nostro territorio nocese, favorendo l’alienazione dal contingente e dall’effimero.

Scopo dell’associazione è di “ animare “ la pietra, scoprirne cioè i contenuti e il valore intrinseco, per il tramite delle sue varie espressioni, decretandone la “ dignità “, nel suo habitat naturale. Rilanciare il patrimonio vuol significare per noi, uomini del nostro tempo, sfruttarne i canali di flussi turistici, sottraendolo al cono d’ombra del turismo nazionale e sopranazionale. Ci rivolgiamo a Tour Operator, Agenzie di Viaggio e Gruppi organizzati che dopo aver attraversato i “ percorsi della pietra a secco “ potranno approfondire la storia e le tecniche di lavorazione delle costruzioni a secco.

L’importante azione svolta dall’Associazione, come dice l’Arch. Francesco R. Tinelli,  ideatore dell’iniziativa, è quella di fare da tramite tra tutti gli attori coinvolti, per offrire la possibilità di visitare luoghi spesso sconosciuti e ricchi di fascino. Le masserie messe a disposizione dagli attori del territorio, gli splendidi scenari ambientali tipici del paesaggio (jazzi, tratturi, cisterne, chiesette rurali, trulli, specchie, aie, luoghi naturali, etc.), un’organizzazione che non lascia nulla al caso e curata nei minimi dettagli per offrire una giornata in grado di trasmettere un interesse e amore per la terra.

L’Associazione “ Terre delle Noci “ non ha scopi di lucro e si propone di tutelare il patrimonio rurale, incentivare le attività turistiche e culturali, cooperare tra territori rurali e agevolare la conservazione, la valorizzazione e la salvaguardia ambientale, contribuendo in tal modo alla tutela, la cui conservazione e conoscenza sono di interesse pubblico.